24/12/12

A soffiare la felicità...

Il GGG soffia un sogno nella camera della Regina. Dal GGG di Roald Dahl

Le cantava Andy Williams nel 1963, quelle note che adesso continuano a scivolare per le Piazze e tra i negozi, echeggiando sentimenti di festa, di amore, del desiderio di vivere momenti unici e speciali insieme a chi sia ama.
E non è forse vero? Non è questo, per noi inguaribili amanti del Natale, il periodo più bello dell'anno?

It's the most wonderful time of the year 
With the kids jingle belling
And everyone telling you "Be of good cheer" 
It's the most wonderful time of the year 
It's the hap-happiest season of all
With those holiday greetings and gay happy meetings 
When friends come to call 
It's the hap- happiest season of all 


In questi giorni un po' frenetici non sono riuscita a fare tutto quello che avrei voluto. Eppure anche se sempre un po' di corsa mi sto godendo questo periodo come non mai, assaporando i momenti rubati ai mille impegni e gustando l'idea di quelli che verranno. Due giorni da trascorrere tutti e quattro insieme a casa, gli amici i parenti che verranno, la famiglia, sette candeline da soffiare, i dadi che rotolano sul tavolo, le briciole dei biscotti tra i libri, il cinema e i pop corn sul divano, il suono delle risate, il frusciare della carta dei pacchi, i brillantini sulle mani, le decorazioni, il profumo delle candele, quelle lucine attorcigliate alla testiera del letto, i piccoli capolavori fatti a mano.
Sono felice e vorrei fare come Grikonis o come il Grande Gigante Gentile di Dahl, acchiappare la gioia  mentre vola nell'aria e metterla in un barattolo prima di soffiarla in un sogno lungo come la notte di Natale.
Questo quindi è anche  il mio Augurio per questo Natale 2012. Cacciate la felicità come il GGG fa con i sogni, rinchiudetela per un po' nei vostri barattoli del cuore e poi lasciatela andare fuori, inspirate profondamente, gonfiate le gote e soffiatela nel mondo. Vicino, lontano, ovunque...

Tanti Auguri a tutti!

17/12/12

I ♥ Snow



Quando avevo sei anni e la mia famiglia mi portava il fine settimana in montagna, non ce ne andavamo mai via senza aver prima riempito una grande borsa di plastica gialla con la neve per farla vedere alla nonna e agli amici rimasti in città.
A casa la svuotavamo nella vasca (incredibile che ci arrivasse quasi tutta intera!), si apriva la finestra del bagno per far entrare il freddo e io aspettavo con ansia gli amici, timorosa di non fare in tempo a mostrar loro (che fingevano sempre meravigliosamente bene grande stupore) quale assoluta meraviglia fosse la neve.

14/12/12

Il Castello di Formigine.


Quando eravate piccoli vi è capitato sicuramente che la mamma o la nonna, per tenervi buoni, vi abbiano minacciato di chiamare il babau o l'uomo nero, esseri tanto paurosi quanto inesistenti.
Allo stesso modo le mamme dell'antica Grecia, per spaventare i figli, evocavano Mormo, uno spettro che si cibava del sangue dei bambini!
"Mormo" in greco vuol dire "apparizione":da qui il significato di "spettro", "fantasma".
Dalla Grecia Mormo si spostò nell'antica Roma, dove veniva usualmente invocato come spauracchio infantile. Ma il linguaggio, si sa, col tempo si modifica e così Mormo divenne "formo" e poi "forma". (...) Da forma a formidine, cioè paura, spauracchio, il passo è breve.(dalla Giocoguida del castello di Formigine, P. Belloi, E. Colombini)

12/12/12

Libri di Natale per bambini: La notte prima di Natale


Abitavano in una grande e vecchia  casa vicino Chelsea square a New York. Una di quelle piene di comignoli e caminetti dove sedersi tutti insieme vicino al fuoco ad ascoltare poesie, favole o storie di fantasmi. Era la vigilia di Natale del 1822 e i bambini avevano appena appeso le loro calze, ansiosi di scoprirle la mattina seguente, piene di regalini e dolcetti.
Papà Moore adorava sedersi con loro prima di andare a letto. Vedere quei loro occhi brillare mentre lui recitava  poesie e filastrocche.
E poi quella era la notte prima di Natale e lui non vedeva loro di incantare i suoi figli con una nuova poesia scritta solo per loro...

11/12/12

Visita di un caseificio: come nasce il Parmigiano Reggiano



Non siamo ancora usciti a Modena e sento già  il sapore dell'Emilia sul palato.Un' amalgama di fragranze uniche e inimitabili, dai classici tortellini stesi a mano alle deliziose tigelle calde spalmate di cunza. 
Perchè non c'è angolo di questa terra che non riveli sapori straordinari.
Una cucina saporita, succulenta, influenzata dalla storia e profondamente legata alla terra,  ricca di formidabili prodotti agricoli.
E non si può scivolare dentro a questa regione senza assaporarla anche sulla lingua, gustandola in una delle tante osterie insieme a tutta la famiglia o cercando di svelare i segreti di tanta inusitata bontà...

10/12/12

Alle Falde del Kilimangiaro. Viaggiare con i bambini

Aj insieme a Licia Colò
Se ieri mattina non vedevo l'ora che fosse tutto finito oggi questa bellissima esperienza mi manca già un po'.
Un paio d'ore in studio e ci sentivamo già a casa, immersi totalmente in quell'atmosfera amichevole e disinvolta che regna in trasmissione.

07/12/12

Speciale Natale: idee di viaggio, libri, giochi per bambini



E' un po' come aprire una vecchia valigia, di quelle che ci hanno accompagnato per anni in giro per il mondo. Contiene un po' di tutti quei profumi, colori, odori, sensazioni  che si mescolano tra loro come gli ingredienti di un dolce.
E' così il Natale, un momento straordinario dove il passato torna a vivere in quelle vecchie decorazioni da appendere all'albero, nell'aroma di un tè che ci consegna pezzetti di un tempo andato, nelle letterine dei nostri figli, nelle canzoni  e tra le pagine dei libri. Quelli che parlano di regine di nevi, slitte volanti e omini di panpepato.
Però è grande.
Abbastanza da lasciar scivolare dentro quelli nuovi, quelli da costruire giorno dopo giorno insieme alla propria famiglia.
Ecco allora uno Speciale dedicato a questo incredibile periodo dell'anno. Una raccolta di idee dei vecchi natali che si arricchirà nelle prossime settimane di quelli nuovi. 
I nostri e i vostri.

06/12/12

A spasso per il Modenese

Siamo partiti Lunedì sera con l'idea di trascorrere un paio di giorni tranquilli a nuotare nelle calde acque di Salvarola, passare tanto tempo insieme tutti e quattro, dormire fino a tardi, assaporare di nuovo i sublimi piaceri della cucina emiliana, sederci davanti ad una finestra a giocare  guardando fuori l'autunno intrecciarsi all'inverno in un amabile gioco di riflessi e luci e toni intensi.

03/12/12

I Mercatini di Natale di Rango e di Tenno (Tn)


Lo amo perchè fuori fa freddo e la casa si accende di calore, lo amo per le campanelle che non smettono di suonare.
Per i nastri, le candele, i fiocchi di neve, le decorazioni. Lo amo per il tè, i libri,  l'attesa e lo stupore.
Lo amo per i biscotti, il fruscio della carta dei pacchi, i cappelli colorati e  i giochi la sera, lo amo per noi, per la famiglia, per quella magica notte  prima di Natale.

29/11/12

Il Museo del cinema di Torino


Avrei voluto esserci in quegli ultimi anni dell'ottocento, quando quell'uomo straordinario che fu George Meliès portò tra il pubblico lo stupore dell'illusione; mise il cinematografo dentro al cappello e come dice Morin ne fece uscire il cinema.
Perchè davanti a quelle scene improbabili, a quei gesti irreali, quei trucchi così abilmente nascosti da  marchingegni, astuzie e sovraimpressioni la gente scopriva i propri sogni. 

27/11/12

Scozia:escursione in battello

E' quello che c'è in mezzo che fa la differenza.
Tra un punto e l'altro degli aspri confini delle Highlands  una infinità di punti intermedi avvolti da un plumbeo splendore, ciascuno da esplorare, lasciandosi inebriare dalla bellezza dei paesaggi scozzesi, dalla natura aspra e selvaggia che ti avvolge completamente dandoti la sensazione di essere nel cuore dell'avventura.
Una scenografia che incanta tutti, grandi e bambini, uno spettacolo che fa sentire vivi, intrepidi, forti, esploratori, figli del mondo e della terra.

22/11/12

Cartoline di Natale fai da te

 

Ho riempito la  valigia di nastri colorati, ritagli di stoffa, glitter e  brillantini.
Ci sono i francobolli, la rubrica con i nomi degli amici più cari.
Le cartoline  vestite a festa, per  catturare il luccichio delle decorazioni, un istante d'incanto davanti alle casette di legno dei mercatini di Natale, o la neve che ogni volta  è  come fosse la  prima.
Ci sono tradizioni che la modernità non scolorisce, gesti che amiamo ripetere ogni anno riempendoli di amore e fantasia insieme al desiderio di far felice un bambino, una nonna, un amico lontano, una famiglia.
Perchè  non ci sono mail o sms che valgono l'emozione di aprire la cassetta della posta e trovarci dentro una busta colorata.

20/11/12

Libri di Natale per bambini. Terza Parte




Se leggere con i bambini è sempre  un incantesimo che fa viaggiare ovunque nel mondo, insinuarsi insieme tra le pagine di un libro di Natale è come aprire una finestra incontro ad un  universo magico, popolato di gnomi e folletti, di renne volanti e di castelli di ghiaccio. E' un vivere e rivivere quell'atmosfera unica e scintillante, colorando la realtà di luci sfavillanti, mescolando il vero alla fantasia, immaginando lo scalpitio degli zoccoli su un tetto o una nevicata di zucchero per le vie di Dublino.

Perchè non è forse il Natale con i bambini  qualcosa di ancora più straordinario? Non vi pare di sentire di nuovo tintinnare   quel campanellino che da tempo vi sembrava di non udire più?
E allora tiriamo fuori i libri dagli scaffali, circondiamoci di favole e fantasia, sgranocchiamo biscotti insieme allo Schiaccianoci o gustiamo una fetta di torta accompagnando i fratelli Mack nelle loro fantastiche avventure.
Facciamo che il Natale sia anche questo.
Un soffice gomitolo  di momenti straordinari da srotolare tutti insieme, aprendo le pagine di un libro e  il cuore  alla magia dei sogni...

19/11/12

Il Parco degli alberi parlanti


Un Novembre mirabilmente intenso questo.
Traboccante di creatività, progetti e weekend alla scoperta di nuove mete, nuove regioni che l'autunno ricopre di  caldi drappi dai toni intensi.
Come quelli dell'incantevole Treviso dove nel Parco di Villa Margherita  un manto di foglie riveste magicamente tutto il terreno.

12/11/12

Cinema, danze e pere bugiarde

Torino
E' cominciato così questo Novembre. Con l'irresistibile desiderio di godere ogni singolo istante di questa stagione che amo, assaporare l'autunno fuori e dentro casa prima che scivoli via per andare lontano, là dove soffia il vento.
Ho avuto bisogno di tempo, ho gioito di tutti i  piccoli e grandi momenti, meravigliandomi ogni volta che scoprivo  quanto  la felicità sia così vicino a noi se solo si si impara a guardare.
Dentro ai sorrisi della mia famiglia, tra il profumo della cera e quello dei biscotti, tra le pagine dei libri e nel crocchiare delle foglie,nelle chiacchierate interminabili, nei sogni e  nei piccoli progetti che prendono forma nei lunghi viaggi in auto.
Perchè se durante la settimana amiamo stare a casa, il weekend rimane il tempo dei viaggi.

02/11/12

Libri in valigia: Oops!



Lemony Snicket li avrebbe chiamati una serie di sfortunati eventi.
Novanta minuti per arrivare all'aeroporto di Parigi e un' interminabile catena di imprevisti, contrattempi, ostacoli esilaranti e improbabili che impediscono ad una famiglia di quattro persone, anzi, cinque contando il terrier, di prendere in tempo il tanto atteso volo per Djerba.
E, ci credete? Tutto è cominciato con una zia miope e una saponetta scivolata giù dal quarto piano...

31/10/12

I fantasmi di York



Una tazza di Chun Mee bollente, un biscotto, Charlie arrotolato intorno ai piedi e il naso dentro ad un vecchio libro che non aprivo da tanto tempo. Una coccola vagamente sinistra , l'antico piacere di immergersi in storie che raccontano di spettri e misteri e apparizioni e arcani segreti.
Ho sempre amato le storie di fantasmi.
Quelle ambientate in piccoli villaggi di campagna, borghi medioevali o cattedrali affascinanti. Quelle che gli inglesi amano leggere la vigilia di Natale, infilati dentro ad una poltrona di velluto, con parenti e amici. Quelle che si raccontano ai bambini  e che fanno tremare un po' ma anche ridere e sussultare stringendosi stretti l'uno all'altro.

29/10/12

Halloween per bambini: un gioco da stampare

 
E'  di nuovo il tempo di Halloween, quello di frugare nel baule dei travestimenti in cerca di costumi spaventosi ma soprattutto il tempo di approfittare delle giornate di pioggia per coccolarsi, leggere storie di fantasmi, giocare alle ombre cinesi, stare insieme.
Di questa usanza dalle origini antichissime amo soprattutto la parte creativa,  quella in cui si trascorrono i pomeriggi  a intagliare zucche e cucinare biscotti, creare spaventose decorazioni, biglietti o inventare nuovi giochi da casa o da viaggio.
Domani si comincia con la prima Festa e quest'anno ho pensato di offrire ai bambini che arrivano qualcosa di diverso. Un gioco che avete già visto ma che questa volta si veste di un tocco da brivido e soprattutto, lo potete stampare! 

25/10/12

Val di tures e Aurina: miniguida per famiglie. Seconda parte




Stupefacenti visioni. Avvolti da una natura in costante trasformazione la prima cosa che colpisce della Valle è la bellezza dei paesaggi. Si potrebbe anche solo sedersi su un prato e stare per ore intere a guardare. A perdersi dentro i monti, i pascoli, il suono dei campanacci, il profumo del legno.Come quando si rimane immobili davanti ad una tela dipinta da uno straordinario pittore e seduti si osserva intensamente fino a desiderare quasi di entrarci dentro e infine  poter farne parte.

23/10/12

Valle di Tures e Aurina: mini guida per famiglie. Prima Parte


A volte basta un colpo d'occhio, un taglio di luce che divide in due un prato, un profumo, un ramo, una montagna spruzzata di bianco per ritrovarsi con il naso appiccicato al vetro di un finestrino. 
A guardare con gli occhi pieni di meraviglia quella sinfonia di colori, un' overture di toni e contrasti che sfumano nell'azzurro profondo del cielo.
Stiamo salendo sulla statale che da Brunico corre verso Campo Tures, là dove comincia la parte più settentrionale del territorio italiano, la Valle Aurina.

18/10/12

Giochi da viaggio:Halloween Yathzee


E' di nuovo quel periodo dell'anno, quello in cui si svuotano le zucche e ogni angolo della casa si riempie di scheletri e ragnatele.
Halloween è alle porte e insieme a streghe e fantasmi ci porta un calderone di tanti nuovi spunti per leggere,  creare, cucinare, partire e giocare insieme, gustando questa atmosfera da brivido che poi alla fine ci fa sempre tanto ridere.
Ieri pomeriggio abbiamo provato un nuovo incantesimo, mescolato due giochi diversi, aggiunto un pacchetto di lumache secche, una confezione di zampe di insetti surgelate e un po' di sangue di drago e carissime streghe e stregoni, voilà, un nuovo gioco da viaggio... 

17/10/12

Scozia: Eilean Donan Castle


Dietro  c'è l'isola delle nuvole.
Cinquanta miglia di morbide brughiere, cime merlate, loch, scogliere e colline avvolte dalla bruma. Rocce acuminate contro cui si infrange il mare e un manto di torba ed erba punteggiato da case isolate.
Davanti si srotola un'intera costa da scoprire.
Siamo noi  e Alder incontro a nuove avventure, pronti a sfidare leggende, a parlare con le fate, ad ascoltare  le pietre perchè in Scozia ogni cosa è magia.

10/10/12

Valsugana per famiglie: Arte Sella

Uno dei tanti capolavori di Arte Sella
I colori non sono ancora quelli dell'autunno ma è proprio questa lenta e graduale metamorfosi ad affascinarmi di più.
E' come un immenso palcoscenico en plein air davanti al quale sedersi ad osservare l'evanescenza del verde che muta in infinite varietà di vividi toni e sfumature dal calore intenso.
Gialli, aranci, rossi convivono in una medesima pianta, sulla chioma di uno stesso albero, tra i rami intrecciati di una siepe, un arbusto, un cespuglio.
E' il periodo ideale per passeggiare tra la natura, per acchiappare le foglie, giocare a nascondino, correre, annusare il profumo della corteccia o raccogliere i doni lasciati dai bambini-radice prima di andare a dormire.

08/10/12

Valsugana per famiglie: La Casa degli spaventapasseri


Vibro ancora di diffuso entusiasmo. Mirabolante euforia, inusitata eccitazione,  carico e contagioso  fervore.
Mi si appiccica addosso ogni volta che visitiamo un posto nuovo, calpestiamo per la prima volta quel prato, quella montagna, quel marciapiede, il pavimento di quella stanza. Una terra nuova, tutta da scoprire, da svelare  passo dopo passo come fosse un romanzo o l'enigma di una provocatoria sfinge.
Oggi mi sento un po' come i crackers di Roddy Doyle, quelli che  mio figlio ride da matti quando dicono banalità e finiscono sempre la frase dicendo "Ma non è interessante?"
Scrivo ovvietà ma le trovo straordinarie.
Sarà colpa dell'autunno, della maestra di Aj che fa lavorare i bambini sulle emozioni, di una cara amica che mi ha involontariamente fatto pensare a quanto sia preziosa la vita o forse del weekend.
Di tutte le cose belle e quelle brutte ( tipo scoppiare una gomma e farsi duecento chilometri in più ai quattrocento, ma senza perdere mai il sorriso). Di quella straordinaria terra di confine che è la Valsugana, dei viaggi che ti fanno incontrare persone e delle storie che si celano dietro ogni cosa, persino dentro alla paglia ammuffita  di uno spaventapasseri...

01/10/12

L'acchiappatore di foglie



Sono nata in un giorno d'autunno e forse è per questo che amo così tanto questa stagione. 
L'annuso nei fili di fumo che scivolano fuori da una tazza di tè, l'ascolto mentre crocchia, fruscia, scoppietta, mormora segreti,  canta le sue storie.
Un giorno ho sognato che da grande avrei fatto l'acchiappatore di foglie e il mio lavoro consisteva nell'andare in giro per tutto il mondo con un enorme valigia a salvare le foglie che cadono dagli alberi per raccontare a tutti la loro storia così che nessuno si dimenticasse più di loro.
Nella valigia tenevo un grosso libro dove attaccavo ciascuna foglia soccorsa e in cui scarabocchiavo appunti mentre lei dopo aver sussurrato delle parole magiche,  cominciava a narrare...

25/09/12

Vacanze in Houseboat



Ieri mattina riguardavo le foto dell'ultimo viaggio in Alsazia. Quello a bordo del Bill Ballantine, navigando di villaggio in villaggio lungo il canal de la Marne au Rhin.Ho pensato ancora una volta alle infinite emozioni che regala un viaggio in houseboat, a quel misto di eccitazione ed euforia,  a quel batticuore che ti sorprende il primo giorno a bordo, al piacere  di viaggiare con lentezza, tutti insieme, scoprendo le meraviglie di un'avventura entusiasmante, divertente, magica... 

24/09/12

Il Parco dei Mostri di Bomarzo


Questa storia comincia alcuni secoli fa e, come mi è stata narrata, voglio raccontarla a te.
Ai piedi del paese di Bomarzo si estendeva una fitta boscaglia abitata da giganti, enormi tartarughe, draghi, elefanti e creature fantastiche...
da Il Vampirino di Bomarzo di A. Branca

17/09/12

Speciale Autunno: viaggi, giochi, libri, ricette

Entusiasmante.
E' questa la parola esatta per descrivere questo inizio settimana  in cui l'estate ha un ultimo sussulto prima di cedere lo scettro a Monsieur Automne.
Perchè è così che mi immagino i prossimi mesi, quelli che amo immensamente, quelli che riempiono le giornate di profumi e colori caldi.
Sabato comincia l'Autunno e io mi sento felice.
Infinitamente felice.
Perchè non vedo l'ora di uscire con mio figlio per raccogliere le foglie, volare su un altalena e poi lanciarmi con lui in un oceano di rossi, arancioni, gialli.
Per trascorrere il pomeriggio a cucinare muffins e biscotti, piantare bulbi, dipingere o godermi l'aroma del sidro caldo mentre fuori la pioggia ticchetta sui vetri.
Partire. Alla scoperta di nuovi paesi e nuove regioni, attraverso borghi e città che in questa stagione si riflettono  di una luce nuova e affascinante.
E poi leggere aggomitolati sotto una coperta , indossare sciarpe e cappelli soffici, insinuarsi tra le sfumature della natura che l'Autuno ammanta di bellezza e di splendore.
E allora perchè non uno speciale sull'Autunno.
Una pagina fatta di tante idee diverse piccole e grandi, vecchie e nuove.
Per giocare, leggere, ispirarsi, partire, succhiare tutto il midollo di questa straordinaria stagione, troppo bella per non essere vissuta con tutta l'intensità che si merita.

14/09/12

Slovenia: Vacanze in fattoria




La prima volta era autunno e fuori dall'affascinante castello intrappolato nella roccia l'arancio e il rosso delle foglie creavano una straordinaria scenografia. Sento ancora il profumo delle castagne mangiucchiate a passeggio tra un ponte e l'altro e quel crocchiare dei gusci dentro al sacchetto di carta. 
La Slovenia è stata un'inaspettata scoperta e da allora ci siamo tornati più volte scoprendo ogni nuovo viaggio qualcosa di unico e sorprendente.
Il romantico foliage autunnale, l'aria frizzante della primavera, i riflessi della luce d'estate quando è un piacere fermarsi a bere qualcosa di fresco ai tavolini di un bar. E poi le storie e le leggende, i draghi le stranezze da cacciare, le campane da ascoltare e luoghi magici dove dormire...

Viaggiare è (anche) il mio peccato presenta:


FATTORIE IN SLOVENIA
di Claudia 



Protagonista: Febe
Età: la prima volta 1 anno. Poi a due e a tre
In viaggio con: Mamma e Papà
Consiglieresti questo viaggio: Assolutamente si
Punti chiave: La Slovenia, un passo a due passi dall'Italia e che offre la meravigliosa possibilità di soggiornare in fattoria. Una sistemazion economica, tranquilla e ricca di numerose bellissime esperienze per i bambini.





12/09/12

Riciclare le mappe: sottobicchieri geografici





C'è quello al bar con le amiche, la mattina dopo aver lasciato i bambini a scuola.
Fatto di chiacchiere, confidenze, segreti,  che si insinuano tra la polvere di cacao e la schiuma del cappuccino.
Quello tutti insieme  in hotel la domenica mattina, traboccante di nuove scoperte,di risate, di baffi sulle labbra,  di programmi e di  amore infinito.
C'è quello on the road, quello perfetto per raccontare storie, quello per perder tempo con gli occhi luccicanti di luoghi mai visti.
C'è il rito prima della partenza e quello del tè, con la voce del mare che rotola sui sassi o accompagnato dal picchiettare della pioggia sui vetri e le decorazioni che scintillano a vestire la casa di atmosfere straordinarie.

11/09/12

Le sorgenti delle streghe


Sospesi tra cielo e terra si sale verso l'alto, viaggiando attraverso  nuvole  che decorano il cielo come immaginari gerani biancolatte. E' un balcone volante quello che che ci porta, a metà tra il grande ascensore di cristallo e il letto d'ottone di Miss Eglentine Price.
Fuori intanto  comincia ad apparire la valle e il vetro del finestrino rivela infinite distese di verde e mucche e malghe e pascoli e le panche dove si incontrano di notte le streghe dello Sciliar...

04/09/12

Il castello di Gropparello


Aggrappati in cima ad arditi speroni di roccia, mimetizzati tra i boschi o a strapiombo sui torrenti raccontano di intrighi e assedi, di fantasmi e segreti, cavalieri e incantesimi.
Ventidue suggestivi manieri che punteggiano una straordinaria terra di confine dove ciascun castello svela storie uniche e piene di fascino.
Ed è proprio là, in quel magico Ducato fatto di rocche e borghi senza tempo che si trova il magico Castello di Gropparello.
Magico si, perchè i suoi prodigi non vivono solo dentro all'imponente torre di difesa, nella bella e triste storia del fantasma di Rosania o nel bosco secolare che lo circonda. L'incantesimo scivola fuori dalle imponenti mura di pietra per insinuarsi nel cuore di ogni visitatore, grande o bambino, che per un giorno oltrepassa le soglie del tempo per varcare le porte di un mondo incantato...

03/09/12

A spasso per il Ducato II


Il ponte del diavolo a Bobbio
Ancora una volta a spasso per il Ducato.
Per scoprire altri borghi e altri castelli, altre leggende e altri sapori  perchè non c'è un angolo di questa terra che non parli di cose eccezionali.
Un weekend quasi autunnale e per questo intriso del fascino che regalano i passaggi di stagione, i raggi ancora caldi e l'inebriante profumo  delle foglie dopo un temporale.
Abbiamo scoperto un villaggio incantevole e  un ponte magico, ammirato le vetrine traboccanti di fossili di un piccolo e affascinante Museo e sorseggiato il primo tè della stagione. Assaporato il piacere della cucina emiliana e conosciuto nuovi amici. Abbiamo giocato tra le pietre di  un vecchio ponte leggendario e vissuto una giornata da veri cavalieri, tra boschi incantati, streghe, orchi, tini e un castello che cela segreti e storie vecchie di secoli e secoli.

31/08/12

San Candido e dintorni


Lassù i monti sorridono.
Lo scampanio delle mucche, i ragli degli asini, i masi, le chiesette, gli specchi d'acqua, gli scenari da sogno.
I colori che sfumano con l'umore dell'aria, il gioco e il divertimento che divengono un inusitato tutt'uno con la natura. 
Si è così.
La montagna ti ruba il cuore e l'anima e non solo quello di una Mammagiramondo...

Viaggiare è ( anche )il mio peccato presenta:




Protagonisti:Emma e Chiara
Età:9 e 5 anni
In viaggio con:Mamma e Papà
Consiglieresti questo viaggio:Assolutamente si, ripartirei all'istante.
Punti chiave: La montagna d'estate una meravigliosa scoperta e tante attrazioni per grandi e bambini. E se avete problemi a fare camminare i più piccoli, una pashmina può rivelarsi un'ottima soluzione!



29/08/12

Pirati: un libro e una ricetta



Non è semplicemente fare  biscotti.
Mescolare insieme farina, burro, zucchero, guardandolo mentre affonda il dito nell'impasto.
C'è un intero universo in quei gesti, un mondo fatto di storie e creazioni, riti, e tradizioni, istanti e ricordi.
Come quando ero io bambina e  a casa si preparavano gli omini di panpepato. 
O come succede a casa di Jim , in quella notte straordinaria in cui tutto è possibile...

27/08/12

Le passioni dei bambini:Giochi, libri, attività, idee di viaggio




Le irresistibili scorribande dei pirati, l'inquietante universo dei dinosauri, il fascino dei segreti che avvolgono il mondo delle stelle.
E poi castelli e principesse, mummie e piramidi, mostri e draghi.
Sono le passioni dei nostri bambini, quelle che rendono uniche le loro giornate, che riempiono le pareti delle loro stanze e le pagine dei libri.
Le passioni che fanno brillare gli occhi e illuminare il volto e che ci offrono l'opportunità straordinaria di vivere e rivivere con loro viaggi, avventure,  storie e sogni.
Attraverso un libro, un gioco, un viaggio, un giorno speciale per scivolare un po' anche noi con loro in quel mondo magico che è la fantasia e perchè no, scoprire che dopo tutto non siamo mai cresciuti.

24/08/12

Notte di fiaba 2012:il giro del mondo in 80 giorni


Hallo, my name is Fogg, Phileas Fogg!:-)

Si aggirava tra i vicoli stretti della vecchia Nantes, assaporando il profumo di avventura che scivolava fuori 
dagli affascinanti navigli attraccati al molo. Spezie e catrami, merci provenienti da altri mondi, quelli favolosi e lontani, quelli che lui avrebbe voluto esplorare.
Sognava l'avventura il piccolo Jules, così intensamente che a 11 anni provò a scappare di casa tentando di imbarcarsi clandestinamente su una nave che partiva per le Indie.
Ma il suo destino era un altro.
Scoperto dal padre fu mandato a studiare a Parigi dove  alla passione per l'avventura si unì quella per la scienza. 
E in un mondo fatto di grandi esploratori, macchine a vapore, navi e locomotive la fantasia del giovane Verne trovò la sua strada...

Dalle profondità degli abissi al centro della terra Jules Verne scrisse oltre sessanta avvincenti romanzi, di quelli che fanno sognare e  andare oltre, trasformando la stanza dove leggiamo nel più pericoloso oceano o nello spazio infinito, dove raggiungere la luna volando a bordo di un proiettile.

21/08/12

Giochi da viaggio: l'uomo delle conchiglie


Ve lo ricordate l'uomo delle foglie, quello che in autunno va dove soffia il vento?
Ecco, poichè in questa infuocata estate di brezza se ne vede ben poca a viaggiare stavolta sono state le conchiglie, incalzate dal vigore dei flutti che le hanno accompagnate in giro per gli oceani. 
Fino a noi...

14/08/12

Un viaggio tra le stelle



Con il naso all'insù, stretti sotto la volta celeste incantati  dallo splendore di un cielo punteggiato di sfavillanti bagliori.
Esiste forse qualcosa di più affascinante di una notte piena di stelle?
Quelle che illuminano i baci degli innamorati e gli abbracci di una famiglia, che uniscono lo sguardo di  chi è lontano e racchiudono tutti i  sogni e desideri del mondo.

09/08/12

Mulino Malenger. Dal chicco alla farina.



E' come un incantesimo. Quel cauto sfregare tra le dita prima di aprire la mano per rivelare un segreto.
Quello del  grano, dell' orzo, dell'avena, racchiuso tra le spighe leggere e delicate che scricchiolano sulla pelle e profumano di buono.
Un soffio di fiato, un alito di magia e la buccia scivola sulla terra liberando il contenuto prezioso.
Ma il lavoro da fare è ancora lungo ...

07/08/12

I ♥ Alpe di Siusi

 Alpe di Siusi
Come si fa a non innamorarsene subito.
Un susseguirsi di  balconi fioriti, persiane colorate, masi isolati e chiesette dal campanile a bulbo. E poi tutt'intorno quelle torri di roccia, maestose e solenni cattedrali che si perdono dentro a pascoli, praterie e   specchi d'acqua dove i colori cambiano tonalità con il tempo e l'umore dell'aria.
Abbiamo trascorso quattro giorni d'incanto: corteggiati dalla montagna, dai sentieri a misura di bambino, dal fascino degli artigiani e dei mestieri di una volta.
Stregati dai castelli e dalle leggende ascoltate al tavolo di un maso  mentre fuori dalla finestra si accendevano le stelle.
E quando il profilo dei monti si faceva più tenue la pace scendeva sulla valle... 

02/08/12

Vacanze a Cesenatico: il mare e oltre...



C'è musica tra le vie che incrociano il lungomare.
Le note improvvisate di un jazz si accavallano all'allegria di un merengue mentre accanto alla piazzetta  un  valzer lento scivola fuori dalle casse di un vecchio stereo.
Ballerini dilettanti si misurano in formidabili giri con pivot, i passanti  si fermano a guardare sorridendo, i bambini mangiano il gelato o esaminano il mondo dal passeggino.
Una moltitudine che invita a riflettere insinuando lo sguardo tra le dita appiccicose di zucchero filato,tra i baci agli angoli della bocca degli innamorati, fra i ricami del tempo delle braccia abbronzate di una coppia di anziani.
Lui la avvolge teneramente dalle spalle lei lo circonda sullo schiena e chissà perchè mi viene da pensare a Florentino e Fermina  e mi commuovo anche un po'.
Si respira un'aria vivace e chiassosa eppure rilassata, eterogenea ma familiare, quell'aria che soffia di sera al mare, un'aria ospitale, un'aria di vacanza. Forse è per questo che qui a Cesenatico i turisti ritornano sempre.
Il fatto è che  la Romagna riesce a mettere tutti a proprio agio.

31/07/12

Scozia: Dunnottar Castle,


La bellezza delle strade scozzesi si insinua in fondo all'anima e ti travolge con i suoi paesaggi inaspettati.
Siamo diretti verso la costa orientale ma il paesaggio aspro e affascinante pare più quello della montagna. Visioni da cartolina  intimano alla lentezza, invitano a lasciarsi conquistare dal viaggio dove spazi e  visioni  quasi oniriche  divengono un  assaggio infinito.

30/07/12

Speciale Mare:impariamo a riconoscere le conchiglie



Abbiamo aperto i quattro barattoli di vetro e loro sono scivolate fuori riempiendo l'aria di mare, un po' come Grikonis con i tramonti. Le ultime, quelle di Jesolo avevano ancora bisogno di essere pulite, spazzolate con cura per togliere i segni di un tempo incalcolabile. Giorni, mesi, forse anni, a ballare tra le onde di mari vicini o lontani. E allora mi è tornato in mente quel libro, ve lo ricordate? Quello dove una vecchia macchina fotografica subacquea va in giro per gli abissi a catturare altri mondi.
E mentre le conchiglie prendevano ordinatamente posto sulla carta assorbente noi immaginavamo le loro storie e quelle delle loro metà...

26/07/12

Vacanze per famiglie a Jesolo



L'aria di Venezia è vicina ma in luogo di campi e campielli succedono spiagge dorate che scendono dolcemente fino al mare. 
Quindici chilometri per l'esattezza.
Un' infinita distesa di sabbia e acqua che abbraccia un litorale pulsante di vita e di energia.
Ma non è stata solo l'idea di un mare da sempre bandiera blu, di quei finissimi granelli  che ti avvolgono la pelle senza appiccicartisi addosso e che invitano a dar vita a costruzioni straordinarie.
Le interminabili passeggiate sulla promenade delle stelle, lo spritz al tramonto, le incursioni con il retino tra gli scogli e i pontili che si inoltrano tra le onde, dimora di piccoli abitanti di un mondo che da sempre affascina grandi e bambini.
A farci stupire di Jesolo e' stata la sorprendente versatilità di un territorio perfettamente organizzato per offrire tutto sè stesso e anche di più.

24/07/12

Documenti per viaggiare con i bambini


Nei giorni scorsi una lettera comparsa su Repubblica con il titolo Passaporto obbligatorio per i minori ha gettato nel panico tante famiglie italiane in partenza per le vacanze.
Non è mia intenzione in questo post, entrare nel merito dell'articolo circa l'opportunità della compagnia aerea/ tour operator di avvisare i viaggiatori dell'avvenuta modifica del regolamento ma  piuttosto fare un po' di luce su un argomento  spesso discusso ma mai chiaro: 

Quali documenti servono per viaggiare con un minore?

19/07/12

Come in un romanzo




Teneva gli occhi fermi sulla strada, cercando punti immaginari da riempire con lo sguardo per colmare quella  sensazione di vuoto che ti colpisce quando una parte reale del viaggio  scompare per trasformarsi in ricordo.
Ci mise un po' ad abituarsi all'idea che era su un auto e che Alder era parcheggiato nel giardino della Birch House dove tutto era cominciato una settimana prima.
Sentiva ancora addosso quella spiacevole impressione che ti avvolge quando hai discusso con qualcuno, incrinando  un po' di quell'atmosfera di ovattata felicità  che ti abbraccia  quando sei in viaggio.

-No-, pensava, -90 sterline per quella camera erano un vero furto-.

E poi lui con quel falso sorriso e l'aria di stizzita superiorità l'aveva innervosita.
Era bastata un'occhiata tra loro per riprendere le valige e andarsene, calpestando con rabbia quella ventina di scalini nascosti da una insopportabile  moquette grigia.
Le rimbombavano  in testa le sue ultima parole, -Buona fortuna- aveva biascicato con un blando accento scozzese e l'espressione a metà tra  l'annoiato e il divertito.
Un atteggiamento così stonato in mezzo all'ovvia bellezza della campagna del Pertshire.
Insomma tra tutti i Flopsy e Timmy, Tommy e Benjamin quante probabilità c'erano di andare  a scontrarsi   subito con un Mc Gregor...

17/07/12

Letture da spiaggia per bambini: Esercizi canini



C'è un uomo che porta a spasso il cane. Improvvisamente si ferma davanti a un portone e il cane, plop!, fa la sua bella cacca. Come se niente fosse l'uomo si allontana con il cane a guinzaglio. Dal portone esce una donna che si trova davanti ai piedi la bella sorpresa e fa in tempo a scorgere i due che se ne vanno. Allora la donna apostrofa il proprietario del cane:
"Ehi! Signore! Guardi che ha perso il suo biglietto da visita proprio qui davanti!"
L'uomo, vergognandosi, torna indietro e usando un sacchetto di plastica come un guanto, raccoglie la fatta del cane.
"Eh quante storie!-borbotta fra sè-C'è gente che proprio non ama la natura".
                                          Da Esercizi Canini di  Gianni Magnino. Schematico (ovvero:la trama)

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin